Le grandi aspettative per la K 2013 sono state superate

Messe 2013

Le grandi aspettative per la K 2013 sono state superate

Dusseldorf | 24.10.2013

Le aziende del settore delle materie plastiche e della gomma sono arrivate con grandi aspettative alla loro fiera più importante al mondo, la K 2013, a Düsseldorf.

L’attività economica nel settore, in ripresa da mesi, e la certezza delle aziende di poter presentare innovazioni di prodotto pionieristiche per tutte le aree della catena del valore, avevano suscitato fondate speranze per una buona fiera e un vivace seguito -up affari.

Le aziende del settore delle materie plastiche e della gomma sono arrivate con grandi aspettative alla loro fiera più importante al mondo, la K 2013, a Düsseldorf. L’attività economica nel settore, in ripresa da mesi, e la certezza delle aziende di poter presentare innovazioni di prodotto pionieristiche per tutte le aree della catena del valore, avevano suscitato fondate speranze per una buona fiera e un vivace seguito -up affari. E le aspettative sono state superate durante gli otto giorni di fiera. Gli espositori hanno segnalato all’unanimità un gran numero di richieste di progetti specifici, intense trattative con visitatori specializzati provenienti da tutto il mondo e un numero notevole di affari a volte spontanei, tra cui diversi milioni.

Ulrich Reifenhäuser, presidente dell’Advisory Board degli espositori di K 2013, traccia un bilancio estremamente positivo: “Non ci aspettavamo la volontà dei visitatori di investire in una tale forza! I numerosi prodotti e applicazioni innovativi presentati in anteprima a Düsseldorf hanno attirato la massima attenzione da parte del pubblico specializzato. E le novità non solo sono state ammirate, sono già state condotte molte trattative concrete e firmati i contratti. Molti clienti stanno ampliando le proprie capacità e investendo in nuove tecnologie per affermarsi nella competizione globale. Siamo molto fiduciosi di una forte attività di follow-up e prevediamo una crescita continua per il nostro settore”.

This assessment runs through all areas of the fair and was shared equally by the more than 3,200 exhibiting raw material producers, processors and machine builders. The exhibitors particularly emphasized the once again increased internationality and the high professional competence of the visitors as well as the fact that an above-average number of top managers had made the trip to Düsseldorf.

I circa 218.000 visitatori professionali del K 2013 provenivano da oltre 120 paesi. Werner Matthias Dornscheidt, presidente del consiglio di amministrazione di Messe Düsseldorf, e il suo team sono molto soddisfatti dell’eccellente risposta: “Ancora una volta è diventato molto chiaro: K è e rimarrà l’evento più importante nell’industria della plastica e della gomma! Tecnologie e materiali completamente nuovi vengono premiati qui, così come ulteriori sviluppi sofisticati, ed è qui che vengono ordinate queste innovazioni. La volontà di investire è stata particolarmente alta tra gli ospiti internazionali del K 2013, con un visitatore su due che arrivava a Düsseldorf con intenzioni di acquisto specifiche. Anche se la dimensione delle delegazioni delle singole aziende clienti è in lieve diminuzione,

Alla precedente edizione del 2010 hanno preso parte 222.486 visitatori e 3.094 espositori.

I risultati del sondaggio tra i visitatori confermano la valutazione degli espositori secondo cui l’internazionalità degli ospiti è nuovamente aumentata: il 58 percento e quindi circa 126.000 esperti erano di origine straniera. Quasi la metà di tutti i visitatori stranieri proveniva dall’estero: arrivavano persino a Düsseldorf dall’Angola, dal Burkina Faso, dalle Isole Falkland, dallo Yemen, dal Malawi, dal Nepal, dalla Nuova Caledonia, dall’Oman, dal Perù e dal Turkmenistan. Come previsto, la percentuale di visitatori professionali dall’Asia rappresentava il gruppo più numeroso tra i visitatori stranieri: circa 30.000 specialisti erano giunti sul Reno dall’Asia meridionale, orientale e centrale, nonché dal Vicino e Medio Oriente. Gli ospiti dall’India sono stati ancora una volta il gruppo più numeroso; la percentuale di visitatori professionali provenienti da Cina, Indonesia, Iran, Giappone e Taiwan è aumentata in modo significativo.

Significativo anche l’aumento dei visitatori dal Nord America: circa 8.100 partecipanti sono stati registrati da USA e Canada, circa 1.300 in più rispetto a K 2010. Circa 11.000 specialisti sono arrivati ​​dall’America Latina, circa tre anni fa. I contingenti più consistenti provenivano da esperti provenienti da Brasile, Messico, Argentina e Colombia.

C’è stato anche un lusinghiero aumento del numero di visitatori dal Sud Africa, con circa 2.000 ospiti provenienti da lì.

Tra gli ospiti dei paesi europei limitrofi, i Paesi Bassi dominano con 8.000 visitatori, seguiti da Francia, Belgio, Gran Bretagna e Italia. L’interesse di Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria è notevolmente aumentato.

La quota di dirigenti tra i visitatori professionali è stata superiore alla media su tutti i confini nazionali: circa due terzi appartengono a quadri e quadri. Ben più della metà ha un’influenza decisiva o decisiva sugli investimenti nelle proprie aziende. Notevole è anche l’elevata percentuale di visitatori provenienti da ricerca, sviluppo e costruzione.

Le soluzioni per la conservazione delle risorse e l’efficienza energetica hanno dominato molti lanci di prodotti, lo sforzo di produrre rispettosi dell’ambiente e allo stesso tempo poco costosi, caratterizza il settore. Anche l’ingegneria meccanica e impiantistica, la più grande area espositiva del K 2013 con circa 1.900 espositori, è stata al centro dell’interesse dei visitatori: quasi due terzi di tutti gli ospiti intervistati hanno dichiarato di voler saperne di più sulle innovazioni in questo settore. Per il 42 percento dei visitatori specializzati sono state di interesse soprattutto le presentazioni dei produttori di materie prime e ausiliarie, il 22 percento ha prestato attenzione principalmente ai semilavorati e alle parti tecniche in plastica e gomma (possibili più risposte). I visitatori provenivano da tutte le industrie utilizzatrici importanti: dall’industria delle costruzioni e della costruzione di veicoli all’imballaggio, ingegneria elettrica e tecnologia medica all’agricoltura. Nel complesso, i visitatori della K 2013 hanno dato il massimo dei voti all’assortimento nei 19 padiglioni espositivi: il 96 percento ha assicurato di aver raggiunto pienamente i propri obiettivi di visita.

Mostra speciale “Plastiche in movimento”

Anche la mostra speciale al K 2013 dal titolo “Moving Plastics” ha riscosso grande interesse da parte degli esperti di tutto il mondo. Qui è diventato chiaro quale contributo apporta la plastica a una “vita in movimento”. Si trattava dei contributi diretti della plastica ai diversi aspetti della mobilità, ma anche del movimento emotivo, ad esempio attraverso l’arte e il design. Sono state inoltre affrontate domande orientate al futuro sui grandi problemi della crescita della popolazione, della domanda energetica e del cambiamento climatico. Per l’apertura dello stand il 16. In ottobre l’ex ministro degli Esteri Joschka Fischer ha parlato di sostenibilità.

Il prossimo K Düsseldorf si svolgerà dal 19 al 26 ottobre 2016.

Condividi questo post